#trenoUNESCO Il progetto

La storica ferrovia Alba-Alessandria, realizzata nel 1865, è chiusa ormai dal giugno 2012 ai servizi regolari, ma ha la caratteristica di attraversare un territorio straordinario: quello del Sito “I P11705368_1176782759005281_4455024414042899062_naesaggi Vitivinicoli del Piemonte: Langhe-Roero e Monferrato”, iscritto alla Lista del Patrimonio Mondiale UNESCO dal 22 giugno 2014. Tre sottozone del Sito: “Le colline del Barbaresco”, “Canelli e l’Asti Spumante” e “Nizza Monferrato e il Barbaresco”, sono toccate o attraversate direttamente dal binario della linea. A Santo Stefano Belbo, inoltre, esiste il Parco Letterario dedicato a Cesare Pavese, uno dei più importanti scrittori italiani del Novecento, che nei suoi scritti citò più volte la ferrovia Alba-Alessandria, transitante nella natìa cittadina, nella quale la casa natale è ancora oggi al centro di manifestazioni organizzate dalla Fondazione Cesare Pavese ( http://11040506_1176782619005295_586877365164170925_nwww.fondazionecesarepavese.it/ ).
Notevole è poi l’importanza dal punto di vista storico ed enogastronomico della Città di Alba, tra le capitali italiane del buon bere e del buon mangiare, col suo meraviglioso tartufo.
Date queste caratteristiche, e la bellezza struggente del territorio attraversato, che attira turisti da tutto il mondo (e in particolare dall’area germanica dell’Europa), ci sarebbero tutti i presupposti per far rinascere la ferrovia Alba-Alessandria come linea-museo della Fondazione FS Italiane, sul modello di quanto già fatto in altre aree del paese (e, con la Novara-Varallo Sesia, nella stessa Regione Piemonte), di concerto con le realtà turistiche e culturali dei territori attraversati.
Nell’attesa del recupero strutturale della galleria Ghersi, tra Alba e Castagnole Lanze, si potrebbe attivare un servizio turistico-museale tra Asti, Castagnole Lanze, Santo Stefano Belbo, Canelli e Nizza Monferrato, riutilizzando pure la linea Asti-Castagnole, anch’essa dismessa nel 2012. Una serie di treni e11873467_1176782475671976_6051563913544591455_nffettuati in date prefissate e adeguatamente pubblicizzate con una coppia di automotrici storiche tra Asti, Castagnole Lanze e Nizza Monferrato, magari chiudendo l’anello tramite la Nizza Monferrato-Asti, potrebbe essere un buon inizio senza richiedere eccessivi costi. La linea Alba-Alessandria (a parte la galleria Ghersi) e la linea Asti-Castagnole Lanze sono ancora in condizioni tali da rendere possibile un loro recupero, anche se il tempo gioca a sfavore dell’integrità delle strutture: si tratterebbe di cogliere un’occasione prima che diventi troppo tardi, peraltro con un successo quasi assicurato data l’importanza e l’att11863435_1176782952338595_6941038469479120740_nrattività dei territori attraversati, col loro importantissimo bacino turistico enogastronomico e culturale.
Ci rivolgiamo a lei, ingegner Luigi Cantamessa, che sta guidando la Fondazione FS Italiane in modo illuminato e innovativo, per proporre quest’idea di recupero che avrebbe una valenza importante anche dal lato ferroviario, trattandosi di una delle linee che hanno visto gli ultimi fuochi del vapore regolare in Piemonte.
Associo a questa proposta l’Associa11863333_1176782419005315_2060443883812415491_nzione Ferrovie Piemontesi ( http://www.afpiemonte.it/afp/ ) che da tempo sta studiando possibilità di recupero delle linee soppresse in Piemonte, e gli amici Mariagrazia Bertolino, Mario Didier e Marco Spinolo della stessa Associazione.
Allego alcune immagini scattate alla linea in tempi recenti e un’immagine della stazione di Santo Stefano Belbo all’inizio del Novecento.

di Daniele Quaglia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...